Le vie di Palma

Le vie di Palma

Palma il Vecchio propone numerose iniziative collaterali alla mostra, iniziative di varia natura che nascono dalle istituzioni culturali del territorio, vere e proprie scintille creative intorno ad un tema comune.
Percorsi tematici, itinerari turistico-culturali nelle incantevoli valli bergamasche e ancora conferenze, laboratori, visite animate, accessi a luoghi dimenticati, mostre di arte moderna e contemporanea.

In città, si segnala l’impegno della storica Associazione “Guide Giacomo Carrara” e del Gruppo “Guide Turistiche Città di Bergamo”  che propongono un ampio ventaglio di offerte per visite guidate e itinerari tematici, rivolte ad pubblico italiano e straniero e alle scuole, per arricchire il momento di visita alla mostra e conoscere i luoghi in cui l’artista ha vissuto.

Nelle valli orobiche, luoghi fortemente connessi alla mostra Palma il Vecchio, l’artista è nato e ha operato creando capolavori che possono essere ammirati e svelati grazie a percorsi specifici per tutti i visitatori che desiderano approfondire i contenuti dell’arte di Palma.
Serina è il luogo di nascita dell’artista nonché paese di storia millenaria, depositario di alcune opere fondamentali di Palma il Vecchio. Nell’ampia e luminosa Chiesa parrocchiale del piccolo paese immerso nel verde della Val Brembana, è conservato il polittico Presentazione della Vergine, restaurato grazie all’impegno della Fondazione Credito Bergamasco.
Il suggestivo paese di Zogno, centro principale della Val Brembana, custodisce nella Chiesa parrocchiale un’altra opera significativa del pittore bergamasco, l’Adorazione dei pastori con San Rocco, (restauro finanziato dalla Fondazione Credito Bergamasco), collocata sull’altare della prima cappella destra.
Nella Chiesa di Peghera, piccola località nella Val Taleggio , è conservato l’importante Polittico noto come Pala di San Giacomo e attualmente collocato dietro all’altare. La Chiesa parrocchiale si trova in una posizione panoramica sopra il paese e la bellezza naturalistica della zona rende interessante la promozione di itinerari turistici tra arte e natura.
La splendida cittadina d’arte di Alzano Lombardo situata nella Val Seriana custodisce lo straordinario e monumentale Martirio di San Pietro che viene esposto al pubblico, unicamente in concomitanza con la mostra bergamasca Palma il Vecchio, nelle stupefacenti sacrestie della Parrocchia di San Martino Vescovo in una mostra dossier arricchita da momenti di approfondimento scientifico, conferenze, laboratori e concerti con il sostegno della Fondazione Creberg.

Il Palma diviene occasione per scoprire attivamente il ricco patrimonio paesaggistico e naturalistico: la montagna e le valli da esplorare nelle sue aree protette in mountain-bike, a cavallo o con percorsi di trekking che conducono fino alle cascate del Serio o alla struggente diga crollata del Gleno, dalla Presolana agli svettanti osservatori. Ci si può rilassare a fine giornata con antichi sapori, come i famosi formaggi, concludendo con una meditazione accompagnata dal celebre e pregiato moscato di Scanzo della Val Calepio.

Tutte le opere de il Palma disseminate sul territorio saranno dunque fruibili e visitabili durante l’intero periodo della mostra grazie a una serie di iniziative, percorsi culturali e itinerari turistici nella provincia bergamasca, che valorizzano il legame della città di Bergamo con il suo territorio.

Guarda le proposte del territorio.